La nascita di internet

Internet, così come la conosciamo oggi. è nata nel 1991 grazie alla liberalizzazione di un brevetto da parte di un fisico.

Nel 1991 presso il CERN di Ginevra il ricercatore Tim Berners-Lee definì il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol), un sistema che permette una lettura ipertestuale, non-sequenziale dei documenti, saltando da un punto all'altro mediante l'utilizzo di rimandi (link o, più propriamente, hyperlink). Il primo browser con caratteristiche simili a quelle attuali, il Mosaic, venne realizzato nel 1993. Esso rivoluzionò profondamente il modo di effettuare le ricerche e di comunicare in rete. Nacque così il World Wide Web.

Nel World Wide Web (WWW), le risorse disponibili sono organizzate secondo un sistema di librerie, o pagine, a cui si può accedere utilizzando appositi programmi detti browser con cui è possibile navigare visualizzando file, testi, ipertesti, suoni, immagini, animazioni, filmati.

La facilità d'utilizzo connessa con l'HTTP e i browser, in coincidenza con una vasta diffusione di computer per uso anche personale, hanno aperto l'uso di Internet a una massa di milioni di persone, anche al di fuori dell'ambito strettamente informatico, con una crescita in progressione esponenziale.

Tim Berners-Lee e Robert Cailliau nel 1990 misero a punto il protocollo HTTP e una prima specifica del linguaggio HTML, sulla base dei quali sono stati realizzati un primo programma browser/editor ipertestuale per il WWW, utilizzato all'interno del CERN nel 1991. Nel 1993 uscì la release Mosaic, che combinava una capacità grafica avanzata e diverse tecnologie d'interfaccia multimediali. Il padre di Mosaic è, a buon diritto, Marc Andreessen. Da loro nacque la Mosaic Communications, che poi prese il nome di Netscape Communication e creò il primo browser commerciale, Netscape Navigator, nel 1994, che successivamente è stato reso disponibile online. Microsoft scoprì Internet nel 1995 e fece uscire il browser Internet Explorer installabile sul proprio sistema operativo Windows 95. Sempre nello stesso anno, la Sun Microsystem progettò il linguaggio di programmazione Java, che permette di eseguire programmi scaricati da Internet in sicurezza grazie alla tecnologia degli Applet. Nel 1998, ormai per pura concorrenza con Microsoft, Netscape rilasciò in rete il codice sorgente di Navigator.

Internet è nato nella mente e nelle utopie di tante persone nei primi anni sessanta, ma per la massa, per le imprese e per il mondo nel complesso, Internet nasce effettivamente nel 1995. È dall'ampia diffusione delle tecnologie del World Wide Web che si comincia a parlare sempre di più del commercio elettronico anche per gli utenti finali e non solo per le transazioni fra grandi imprese.

In tutti i siti e-commerce AM2

  • Nella creazione del sito è compreso lo sviluppo della struttura grafica, completamente personalizzabile.

  • Potrai gestire l'intero catalogo prodotti, definirne le schede, le descrizioni e caricarne le immagini.

  • Potrai promuovere in modo più evidente gli articoli che ti interessa vendere maggiormente.

  • Gestisci la promozione di una serie di articoli, vendili a prezzo speciale o scontato.

  • Il sito comprende la sezione dedicata ai partners e ai marchi dei prodotti o servizi commercializzati.

  • L'utente potrà acquistare i tuoi prodotti con la classica funzionalità del "carrello".

  • I clienti potranno registrarsi al sito, per facilitare gli acquisti futuri. Potrai, cioè, fidelizzare i clienti.

  • Nel sito è compreso un sistema completo di tracciamento delle vendite, report e statistiche.

  • Il motore di ricerca interno consente all'utente di trovare il prodotto desiderato senza sfogliare il catalogo.

  • Il pagamento dei prodotti potrà essere effettuato anche con carta di credito e sistema Paypal.

  • I siti di e-commerce di AM2 contengono anche un sistema completo di gestione del magazzino.

  • Il sistema di sviluppo prevede la possibilità di aggiungere moduli e aree funzionali, anche in futuro.

In questo sito utilizziamo i cookie per fornire la migliore esperienza di fruizione. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. Privacy