Posizionamento dei siti su Google

Posizionare un sito su Google, il più usato e diffuso motore di ricerca ad oggi, rappresenta un passo fondamentale per un SEO (Search Engine Optimization) che si rispetti. Una regola ferrea da rispettare per posizionarsi su Google è questa: trucchi per questo motore non esistono, il vero trucco è scrivere buoni contenuti ed in maniera usabile e logicamente ben strutturata.

I motori di ricerca odierni, e Google in primis, hanno compiuto passi da gigante nel valutare il posizionamento di un sito per una determinata chiave di ricerca: se prima trucchi come le doorways o il testo nascosto rappresentavano buoni sistemi per riuscire ad ottenere ottimi risultati, oggi sono tecniche assolutamente da bandire pena una piaga che ogni SEO che si ripetti teme ancor prima della progettazione del sito: il banning (o ban) da Google, vale a dire la cancellazione del sito in questione dagli indici di Google, e la perdita del traffico da questo motore, che in moltissimi casi corrisponde alla "morte" stessa del sito.

Un'agenzia di posizionamento seria, che si rispetti, non proporrà mai ai suoi clienti facili risultati con trucchi e trucchetti, soprattutto per quel che concerne Google, ma anche in generale per gli altri motori di ricerca. Per posizionare un sito su Google, e riportare risultati che resistano nel tempo e soprattutto siano immuni ai cambiamenti sempre presenti dell'algoritmo stesso, dovrà avere delle caratteristiche forti, neutre, e contenutisticamente e strutturalmente validissime.

Struttura e contenuti: due aspetti fondamentali per posizionarsi su Google.

Vediamo di approfondire alcuni aspetti che consentono di maturare ottimi posizionamenti su questo importantissimo motore di ricerca. Analizziamo, in particolare alcune regole per quel che concerne struttura e contenuti di un sito che aspira a posizionamenti forti e stabili su Google.

Struttura usabile

Il sito deve essere progettato con una struttura lineare, con link testuali semplici ed immediati per l'utente. Tutte le pagine, nessuna esclusa devono essere rigorosamente raggiungibili da almeno un link testuale, un link statico.

Mappa del sito

Il sito deve contenere una mappa che assolve principalmente a due funzioni: una funzione guida per l'utente, ed una funzione di indicizzazione delle pagine del sito per i motori di ricerca. È buona norma che la mappa del sito contenga link alle sezioni più importanti del sito, e non a tutte le pagine. La mappa del sito non deve contenere più di 100 link (regola che del resto vale per ogni pagina generica): nel qual caso sarà buona norma suddividere la mappa su due pagine. Esiste anche un servizio di Google che consente di creare una mappa del sito particolarmente congeniale per questo motore: Google Sitemaps; in questo link trovate tutte le informazioni per la creazione di una mappa del sito con Google Sitemaps.

Content is king

Il sito deve avere buoni contenuti, è l'aspetto sicuramente cardine per posizionarsi su Google, e su qualsiasi altro motore di ricerca. In aggiunta a caratteristiche di usabilità e struttura, un sito con ottimi contenuti rappresenta una caratteristica fondamentale per scalare le posizioni dei motori di ricerca e di Google in particolare. Buoni contenuti portano altri webmaster a linkare spontanemente un sito, caratteristica che altrimenti non è falsabile e raggiungibile artificiosamente: i link spontanei rappresentano un voto e quindi un indice di bontà a livello di contenuti e risorse del sito stesso

Il sito dev'essere creato secondo gli standard W3C

Un codice pulito, corretto, che rispetta gli standard del consorzio W3C, con una corretta centralizzazione del codice, ed un uso appropriato dei fogli di stile, i CSS, rappresentano un valore aggiunto in più per un sito usabile, corretto, e posizionabile sui motori di ricerca.

Usare gli attributi alt e title in maniera appropriata

Google dice apertamente nelle sue linee guida che gli attributi alt e title devono essere descrittivi e precisi. Google attribuisce molta importanza alla corretta caratterizzazione di questi due attributi, il cui uso appropriato rappresenta indice di usabilità del sito.

Le pagine devono essere progettate per gli utenti e non per i motori di ricerca

Bisogna scrivere i contenuti e pensare alla struttura del sito, pensando agli utenti, che saranno i veri fruitori del sito. Automaticamente il sito sarà apprezzato dai motori di ricerca: uso di eccessive ripetizioni testuali, come il keyword stuffing, saranno scarsamente apprezzate dagli utenti, in quanto poco leggibili, e di conseguenza le pagine che ne fanno uso, e di norma il sito per intero, saranno oggetto di penalizzazione da parte dei motori di ricerca.

Conclusioni

Posizionare un sito su Google, non è frutto di un'applicazione meticolosa di regole meccaniche, che sono i fondamenti del posizionamento su ogni motore: serve tenacia nell' aggiornamento costante dei contenuti, soprattutto quando il sito è nella fase di sandbox, il presunto filtro attuato da Google per i siti di nuova creazione, offrire risorse agli utenti, essere innovativi, curare il sito in maniera costante nel tempo, pubblicizzare il sito, procurare popolarità e traffico di utenti interessati. Sono sconsigliati gli scambi link, a meno che non siano fortemente tematizzati, linkando sempre e comunque solo siti che offrono buoni contenuti e che non usino tecniche scorrette e spam, o comuqnue tecniche che potrebbero violare le linee guida di Google. Per una visione più approfondita delle norme fondamentali da usare per progettare un buon sito ben posizionabile su Google, consigliamo a tutti gli aspiranti SEO o comunque webmaster di attenersi scrupolosamente alle linee guida di Google, che rappresentano i principi fondamentali per la costituzione di un qualsiasi sito, a prescindere dal posizionamento: usabilità e posizionamento è un binomio che si sentirà molto spesso, valevole non solo per Google, ma anche per tutti gli altri motori di ricerca che si rispettino.

In questo sito utilizziamo i cookie per fornire la migliore esperienza di fruizione. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo. Privacy